Gli orti di Cime di Rapa

Con l’avvio dell’attività ristorativa ci si è resi conto che avevamo bisogno di una materia prima unica, accuratamente selezionata e adatta ai nostri menu, che rispettasse specifici valori nutraceutici, cromatici e di gusto; così a ottobre del 2020 abbiamo ridato linfa al progetto sulla biodiversità del nostro agronomo, selezionando tra le 1600 varietà di semi (es. cavolo nero, cavolo riccio, cece rosso liscio, cime di cola, cipolla dorata, patate blu star, verza viola, zucca hokkaido etc.) quelli più adatti per il nostro menu. Sono stati catalogati, classificati e custoditi creando una banca del germoplasma alimentare, unica nel suo genere.
Il nostro patrimonio è unico e proviene da tutto il mondo. Ogni cultivar è stata classificata secondo specie, sottospecie, varietà, famiglia e provenienza geografica. 1600 varietà provenienti da Medioriente, Etiopia, Centro America, Sud America, Asia Centrale, India e Sud Est Asiatico, Cina e Corea. Sono nel ristorante Cime di Rapa un avventore può mangiare un menu unico, come una insalata di 80 pomodori diversi, come si suol dire ……. “Il giro del mondo in 80 pomodori”

Diventa un Farmer

Per il progetto sulla biodiversità e la creazione degli “Orti Cime di Rapa” stiamo costruendo una rete di agricoltori con cui stipulare contratti in campo per l’affidamento delle varietà del Brand “Cime di Rapa”.

Il vantaggio per gli agricoltori:

  • valore sociale del progetto
  • salvaguardia di specie in via di estinzione,
  • certezza della vendita del raccolto,
  • rotazione delle coltivazioni per tutelare il terreno
  • garanzia di contratti che permettano di lavorare tutto l’anno

Modalità di svolgimento del lavoro:

Individuate le aziende si procederà con la stipula di un contratto e la fornitura di piantine o semi da campo e del manuale di coltivazione.
L’agricoltore sarà formato direttamente sul campo dall’Agronomo di Cime di Rapa sulle tecniche e modalità agronomiche di coltivazione nel rispetto del manuale di coltivazione redatto.
Il contadino si occuperà della coltivazione del materiale e a scadenze programmate consegnerà il prodotto in appositi contenitori presso i luoghi di stoccaggio indicati.
Il materiale sarà controllato al momento del deposito e se approvato dal controllo qualità, sarà contestualmente liquidato il valore economico.

REQUSITI DI PARTECIPAZIONE

  1. Disporre di P.Iva agricola;
  2. Avere competenze specifiche in orticoltura in pieno campo;
  3. Disporre di terreni non inferiori a 1000 mq da mettere in coltura per le stagioni 2021/22;
  4. Disporre di pozzo e regolare titolo di emungimento dell’acqua per utilizzo agricolo;
  5. Disporre delle attrezzature necessarie per l’orticultura;
  6. Disporre di un regolare quaderno di campagna.
  7. Disponibilità di consegna della materia prima nei punti di raccolta.

Caratteristiche di premialità:

  • Disporre di certificazione biologica (non vincolante)
  • Disporre di magazzini di stoccaggio con celle frigo (non vincolante)

DICONO DI NOI

Il progetto di ristorazione che vuole dare voce alla biodiversità pugliese

In Puglia alla ricerca dei semi perduti

Nasce l'accademia dello street food: con i truck di Cime di Rapa pasta e panini girano l'Italia

Cime di Rapa, una storia di riscatto e di antichi sapori

Cime di rapa: la biodiversità agricola a tavola

Il progetto che porta a tavola le biodiversità pugliesi

Il Food Truck che fa incontrare esperienze e culture

CIME DI RAPA PORTA SU STRADA IL COMFORT FOOD