Please Wait For Loading

Regolamento - Cards della Biodiversità

    Sei nella pagina-
  • Home
  • -Regolamento

Questo regolamento fornirà tutte le informazioni necessarie per giocare al Gioco di Carte Collezionabili “Cards della Biodiversità”. Ogni carta è più che uno strumento di gioco: è anche e soprattutto un mezzo per apprendere i principi base di un tema caro a tutto il gruppo Cime di rapa: la biodiversità! Ciascuna, inoltre, rappresenta una varietà agraria custodita nella Banca dei Semi di Cime di Rapa. Ebbene sì, Cime di Rapa ha una sua “collezione” di sementi che custodisce con lo stesso fine che hanno molte Banche dei Semi antichi, dette anche banche del germoplasma: proteggere la biodiversità genetica e divulgarla attraverso eventi di scambio e condivisione.

I tipi di Cards

Carte biodiversità

Si distinguono per stagionalità. Le informazioni in esse contenute sono:

  • Nome della cards rappresentante il personaggio. Il nome, di fantasia, è generalmente un richiamo ad alcune caratteristiche dell’ortaggio: deriva dal colore o da alcune note relative al gusto, dalla consistenza, dalla forma, oppure dalla famiglia botanica di origine, dalla provenienza, o ancora da alcune sfumature del dialetto salentino (spesso legate alla nomenclatura latina).
  • Nome varietà e famiglia di appartenenza. È il nome della varietà, affiancato dalla sua famiglia di appartenenza e dal Paese di origine o di maggior diffusione.
  • Icona stagionalità. Si intende la stagione di maggior raccolta della varietà.
  • Energia vitale. Varia, diminuendo, nelle varie fasi di gioco di attacco e di difesa. Il numero è realisticamente rappresentato dall’apporto energetico (nello specifico chilocalorico) che fornisce ogni varietà a coloro che se ne nutrono. Ad esempio, se 100g di cime di rapa forniscono nella nostra alimentazione circa 22 chilocalorie, allora la card riporterà in alto un valore energetico totale pari a 22.
  • Punti attacco. Sono i punti con i quali il giocatore sceglie di attaccare l’avversario nel proprio turno di gioco. I punti attacco possono variare in ciascun turno in base all’eventuale somma con ulteriori punti forniti dal superpotere o all’affiancamento con carte sinergia, elementi essenziali e imprevisto, oppure all’eventuale sottrazione determinata dalle medesime situazioni di gioco. Realisticamente, i punti attacco costituiscono la somma del quantitativo di proteine e carboidrati (zuccheri) presente nella specifica varietà agricola in gioco. Ad esempio, se 100g di cime di rapa contengono circa 2,8g di carboidrati e 3,2g di proteine, il totale di partenza d’attacco della carta sarà di 6 punti (2,8+3,2).
  • Punti difesa. Sono i punti con i quali il giocatore si difende dall’attacco dell’avversario. I punti difesa possono variare in ciascun turno in base all’eventuale somma con ulteriori punti forniti dal superpotere o all’affiancamento con carte sinergia, elementi essenziali e imprevisto, oppure all’eventuale sottrazione determinata dalle medesime situazioni di gioco. Realisticamente, i punti difesa costituiscono la somma del quantitativo di fibre e grassi presente nella specifica varietà agricola presente in gioco. Ad esempio, se 100g di cime di rapa contengono circa 2,6g di fibra e 0,4g di grassi, il totale di punti difesa di partenza della carta sarà 3 punti (2,6+0,4).
  • Superpotere. I superpoteri sono dati da una caratteristica specifica che possiede solo quella carta e che apporta dei punti in più di energia, di attacco (indicati dalla lettera A seguita dal valore aggiuntivo, es. +A3) o di difesa (indicati dalla lettera D se seguita dal valore aggiuntivo, es. +D4). Realisticamente i superpoteri derivano da caratteristiche nutrizionali per cui quella specifica varietà agricola è riconosciuta.
  • Turni di attesa. Una carta biodiversità non muore mai: nell’ottica del ciclo della vita, dal seme di una pianta rinascerà un nuovo seme, passando per la germinazione, la pianta non ancora fiorita, il fiore e il frutto (o viceversa), e quindi ancora il seme. Una carta biodiversità, terminati i punti energia, è obbligata ad uscire dal gioco per un tot. di turni pari a quelli riportati sulla stessa carta nella mano, in basso a destra. Per il medesimo numero di turni la carta sarà considerata seme.
  • Numero di card collezionabile. Presente nel logo Cime di Rapa, in basso a sinistra: periodicamente saranno aggiunte nuove cards, incluse varianti che renderanno il gioco sempre più interessante ed articolato.
  • Informazioni e curiosità. Che siano informazioni sulla varietà agricola, su aspetti nutrizionali, curiosità legate ad usi e tradizioni o altro, forniscono sempre dettagli maggiori sui superpoteri del personaggio in gioco.

Carte elementi essenziali

Sono esclusivamente quattro e rappresentano i quattro elementi essenziali per la vita di una pianta, dalla germinazione del seme alla fioritura e fruttificazione: acqua, aria, terra, sole. Possono essere affiancate alle carte biodiversità nelle fasi di attacco o difesa del gioco all’infinito. Ma attenzione, la loro efficacia può essere annullata da una specifica carta eventualmente in mano all’avversario, e riportata accanto alla specifica icona.

Carte sinergia

Per sinergia, in generale, si intende un’operazione simultanea che si compie per ottenere un preciso risultato con maggior efficacia. In natura o nei campi, la sinergia può essere determinata dall’intervento di un animale “amico”, dall’intervento dell’uomo, dalla presenza di tecniche di coltivazione e/o conservazione più efficienti, e tanto altro. In effetti le carte sinergia lavorano insieme alle carte biodiversità, potenziandone l’efficacia in termini di attacco o di difesa o attribuendo al super potere un potenziale aggiuntivo. Una volta affiancate ad una carta biodiversità, possono essere utilizzate in un tot. di turni di gioco solo ed esclusivamente se si deciderà di attaccare o difendersi con quella carta. Nell’intera partita hanno quindi un potenziale limitato al numero di turni previsto dalla carta. Le carte sinergia possono essere invalidate anche da specifiche carte eventualmente in mano all’avversario.

Carte imprevisto

Le carte imprevisto rappresentano tutto ciò che in natura o nella coltivazione e custodia della biodiversità può arrecare danni. Nel gioco possono togliere punti di attacco o di difesa o invalidare il gioco dell’avversario. Nel proprio turno di gioco, la carta imprevisto va dichiarata prima dell’attacco, e può sia esercitare la sua funzione, sia annullare le funzioni di una specifica carta eventualmente in possesso dell’avversario. Il potenziale delle carte imprevisto non è infinito: la loro efficacia può essere annullata da una specifica carta eventualmente in mano all’avversario; inoltre, l’icona in basso a destra rappresenta il numero di turni di gioco massimo in cui può essere utilizzata durante l’intera partita.

LE GOLD COLLECTION

  • Territori di gioco: i territori gioco sono dei veri e propri tabelloni su cui, ogni giocatore, posa il proprio mazzo accettando delle nuove regole che lo stesso territorio impone. Infatti, così come in natura diverse tipologie di terreno (roccioso, argilloso, sabbioso, etc.) o diverse tipologie di ambienti in cui praticare la coltivazione (serra, idroponica, cassettoni, campo aperto, etc.), facilitano o rallentano la crescita di alcune varietà agrarie piuttosto che altre, allo stesso modo determinati territori di gioco velocizzano, rallentano, facilitano o complicano il gioco. I territori non sono indispensabili al gioco, ma ne rappresentano una espansione e variazione dello Si possono trovare esclusivamente recandosi a Cime di Rapa.
  • Gold Cards: sono carte speciali, rare perché stampate in numero limitato, che periodicamente si potranno trovare presso Cime di Rapa o attività convenzionate.

Opzioni e varianti di gioco

  • 1VS1: si gioca uno contro uno. Perché il gioco abbia inizio è necessario che entrambi i giocatori abbiano almeno due carte biodiversità di partenza.
  • In coppia: due contro due. I due giocatori della stessa squadra potranno condividere le loro carte. Tutti i giocatori partiranno con 2 punti energia in più per ciascuna carta biodiversità. Inoltre, avranno un punto attacco in più rispetto al punteggio base, per ogni carta biodiversità in gioco e per ogni turno di gioco.
  • Squadra: da tre in su contro. Non sarà fondamentale, se i giocatori lo riterranno opportuno, che le squadre abbiano lo stesso numero di giocatori. La differenza, infatti, potrà farla il numero di carte totale in possesso di ciascun giocatore. I giocatori della stessa squadra potranno condividere le loro carte. Tutti i giocatori partiranno con 3 punti energia in meno per ciascuna carta biodiversità. Inoltre, avranno un punto difesa in meno rispetto al punteggio base, per ogni carta biodiversità in gioco e per ogni turno di gioco.Le fasi di gioco

Per stabilire chi comincerà con la prima fase di attacco si conteranno le carte in mano. Inizia chi ha meno carte nel suo mazzo. Qualora il numero di carte fosse uguale, si procederà con un semplice pari o dispari: i giocatori apriranno contemporaneamente un certo numero di dita di una mano e le sommano. Se la somma è pari vince chi ha scelto pari. Se è dispari vince chi ha scelto dispari.

Può quindi iniziare il gioco.

  • Chi dovrà attaccare sceglierà una delle carte biodiversità dal proprio mazzo. Dichiarerà dunque il suo attacco presentando la propria carta e il valore di attacco che essa rappresenta (ed esempio: “Ti attacco con la carta biodiversità “Cima (cime di rapa)”; ti attacco quindi con 6 punti). Se la carta ha un superpotere che aggiunge punti di attacco, il giocatore potrà scegliere di sfruttarlo rafforzando il suo turno offensivo. Attenzione: anzitutto sarà necessario che il giocatore che attacca dichiari subito l’uso, in quel turno, del superpotere (ad esempio: “Ti attacco con la carta biodiversità “Beta”; sfrutto il suo superpotere “Attacco folico” che aggiunge 2 punti ai 5 base di attacco; ti attacco quindi con 7 punti). Una volta utilizzato, bisognerà attendere due turni prima di poter usufruire ancora del superpotere della stessa carta. Al contrario, si può utilizzare la stessa carta per attaccare (o difendersi) anche per più turni consecutivi.

Nella fase di attacco, inoltre, la carta biodiversità potrà essere affiancata da una carta a scelta tra imprevisto, sinergia ed elementi essenziali. Tali carte potranno aggiungere ulteriori punti attacco (che potranno anche sommarsi ai punti superpotere), oppure togliere punti difesa all’avversario, o determinare altre varianti di gioco. Attenzione: l’affiancamento di una carta speciale dovrà essere dichiarato all’inizio del turno (ad esempio: “Ti attacco con la carta biodiversità “Beta”; sfrutto il suo superpotere “Attacco Folico” che aggiunge 2 punti ai 5 base di attacco; Beta sarà affiancato dalla carta sinergia “Banca dei semi” che raddoppia il valore del superpotere “Attacco Folico”, aggiungendo così 2 altri punti attacco. Ti attacco dunque con 9 punti).

  • A questo punto l’avversario dovrà difendersi. Per farlo dovrà scegliere una delle sue carte biodiversità. Presenterà dunque la propria carta dichiarandone nome e punti di difesa (ad esempio: Mi difendo con “Cima” e i suoi 4 punti di difesa). Se la carta ha un superpotere che aggiunge punti di difesa, il giocatore potrà scegliere di sfruttarlo rafforzando il suo turno difensivo. Attenzione: anzitutto sarà necessario che il giocatore che difende dichiari subito l’uso, in quel turno, del superpotere (ad esempio: “Mi difendo con la carta biodiversità “Cima”; sfrutto il suo superpotere “Amarum” che aggiunge 8 punti ai 4 base di difesa; mi difendo quindi con 12 punti). Una volta utilizzato, bisognerà attendere due turni prima di poter usufruire ancora del superpotere della stessa carta. Al contrario, si può utilizzare la stessa carta per difendere (o attaccare) anche per più turni consecutivi.

Nella fase di difesa, inoltre, la carta biodiversità potrà essere affiancata da una carta a scelta tra imprevisto, sinergia ed elementi essenziali. Tali carte potranno aggiungere ulteriori punti difesa (che potranno anche sommarsi ai punti superpotere), oppure togliere punti attacco all’avversario, o determinare altre varianti di gioco. Attenzione: l’affiancamento di una carta speciale dovrà essere dichiarato all’inizio del turno (ad esempio: “Mi difendo con la carta biodiversità “Cima”; sfrutto il suo superpotere “Amarum” che aggiunge 8 punti ai 4 base di difesa; Cima sarà affiancato dalla carta sinergia “Lombrico” che aggiunge un altro punto difesa. Mi difendo dunque con 13 punti).

  • A questo punto si procederà con una semplice conta dei punti di differenza tra attacco e difesa. Se il punteggio di attacco supera quello di difesa, la carta di attacco toglierà il numero di punti di differenza all’energia della carta difesa.

Può accadere che il valore della difesa sia superiore a quella dell’attacco. In quel caso sarà la carta attacco a perdere i punti energia equivalenti alla differenza tra difesa e attacco.

Se i punti di attacco saranno equivalenti a quelli di difesa, l’attacco perderà un punto energia, a simboleggiare che avrà sprecato le sue energie per un attacco non andato a buon fine.

I giocatori saranno forniti di una tabella dove potranno segnare di volta in volta i punti persi da ciascuna carta. La tabella dovrà essere sempre visibile a ciascun giocatore.

  • Quando una carta, nella fase di attacco o difesa, raggiunge i zero punti di energia, non potrà più essere utilizzata per il numero di turni riportato nella stessa carta. La carta potrà dunque ritornare in gioco e reinserita nella tabella dei punti.

Chi vince?

Ci sono tre modi per vincere.

  • Per impossibilità di gioco: vince chi, dopo vari turni di gioco, è riuscito a far sì che l’avversario non abbia più in mano carte per attaccare o difendersi, ossia ha azzerato tutti i punti energia di tutte le carte dell’avversario riportandole alla fase seme.
  • Per numero di battaglie vinte (facile): si utilizzerà una tabella più semplice (come quella riportata) dove i giocatori riporteranno semplicemente il numero di battaglie vinte nei vari turni di gioco (la tabella punti verrà utilizzata in maniera facoltativa).

  • Per numeri di punti energia sottratti (più completo): vince chi, al termine della partita, nei vari turni di attacco o difesa, è riuscito a sottrarre all’avversario più punti energia da tutte le carte biodiversità. Basterà sommare i punti sottratti dalle proprie carte nelle varie fasi di gioco e riportati nell’apposita colonna a fine partita.

 

© 2023 Meltemi Vacanze & Resort | C.F. - P.IVA 04100780750 info@cimedirapa.eu 392 1930111 | 339 3053928

Preferenze sulla Privacy

Cookie tecnici essenziali e analitici anonimi

Questo sito fa uso di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento dei propri servizi. Tali cookie non sono rifiutabili poichè costituiscono un elemento integrato e fondamentale del prodotto stesso. Questo sito fa inoltre uso dei seguenti cookie analitici anonimi necessari per la produzione delle statistiche aggregate sul traffico.

Cookie tecnici, Cookie di profilazione, Cookie di terze parti
Provider analitico Provider della piattaforma tecnologica che consente l'aggregazione dei dati, l'analisi e la creazione del rapporto per valutare l'efficacia di marketing.

Analytics

Utilizzato per inviare dati a Google Analytics in merito al dispositivo e al comportamento del visitatore. Tiene traccia del visitatore su dispositivi e canali di marketing.

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
Utilizzato per inviare dati a Google Analytics in merito al dispositivo e al comportamento del visitatore. Tiene traccia del visitatore su dispositivi e canali di marketing.

X